Pensieri da seminare

correre

Quando Barbara cercava un modo per non pensarci le è sembrata una buona soluzione iniziare a correre. Ha iniziato con le scarpe da ginnastica qualsiasi che indossava sotto i jeans, con i pantaloni della tuta e una T-Shirt di cotone con la scritta simpatica.
Ha spostato un po’ il peso in avanti e ha cominciato a imitare a mente i movimenti di quelli che ha sempre visto passare.
Imparerò, si diceva, imparerò a correre come gli altri.
Senza accorgersene aveva già perso di vista il suo scopo: dimenticare, distrarsi, non pensarci. Questo anelito di anestesia l’aveva avvicinata alla corsa.
“Ho cominciato a correre per non pensare.” – raccontava a un amico – “Credevo che la fatica potesse insabbiare tutti i problemi che avevo in quel periodo.” Ma piano piano impara la tecnica. Perché è portata Barbara, ma ha anche l’umiltà di mettersi in gioco. Di voler imparare le cose che pensiamo di saper fare.
A mano a mano che il fiato migliorava, lei pensava “Per adesso non riesco ancora a lasciarli indietro, i miei pensieri. Ma appena divento veloce vedrai!”. E inforcando pensieri come questi, senza accorgersene accelerava.
Si è iscritta a una società, lo ha dovuto fare per fare le prime garette. E poi ci ha preso gusto. Ha visto che non era poi tanto male.
“Se corri per un’ora” – le ha detto un giorno un vecchio podista con pochi capelli – “puoi correre anche per due ore”.
Questa frase le è rimbalzata dentro. A ogni passo, a ogni allenamento. Senza però riuscire a mandare via i pensieri che avrebbe voluto allontanare.
Con i mesi e i chilometri passati, Barbara si accorge di essere migliorata molto. Scopre che le gambe vanno da sole, che il fiato c’è, il cuore anche. E se il cuore batte per la pista, non perde neanche un colpo sui ricordi. I ricordi ci sono, sono sempre lì. Ma Barbara ha smesso di volerli cacciare. Ha scoperto che quando corre si pensa. Si pensa tanto, si pensa meglio, si pensa in solitudine. Mentre corri i pensieri si mettono in ordine e si semplificano: perché sopra i dieci chilometri ogni peso inutile è fatica.
Sono passati pochi anni. Barbara ha corso, persino qualche maratona, persino sotto le quattro ore.
Adesso è lì che fa la sua doccia, i pantaloncini e la maglietta buttati sul pavimento appena fuori. Barbara non pensa più di seminare i suoi pensieri. Adesso è pronta a correre al loro fianco.

Annunci

29 comments

      1. Corricchio, non lo faccio per bene, ma quando ho bisogno di sentirmi meglio funziona sempre.
        (Oltre la corsetta di massimo 7 km non vado eh)

  1. Io corro ogni tanto, nel senso che alterno periodi di costanza ad altri di zero. Corro più che altro nell’intento di buttar giù quei fastidiosi chiletti di troppo (che con le vacanze mi sa che sono arrivati a 5…), e infatti non si può dire sia addicted. Però è vero che correndo il pensiero si fa lucido. E che “dopo” mi sento bene, da tanti punti di vista. Devo vincere la mia atavica pigrizia, però. E non è impresa da poco…

  2. Ho imparato ad usare la bicicletta prima di imparare a camminare. La bici è stata per anni la mia passione e la mia via d’uscita dal labirinto di pensieri s-profondi.
    Quando ho perso il senso dell’equilibio e sono stata obbligata a rinuciare alla bicicletta, ho cominciato a correre anch’io. E i pensieri anche loro corrono.

  3. Non sono pronta. Ora, dopo averti letto, lo so con lucida certezza. E ho letto questo pezzo pensando ad una comune amica come soggetto protagonista. E mi è piaciuto molto.

  4. La corsa è uno di quei pochi sport che si può fare ovunque, comunque e senza alcun artificio. Sei tu e i tuoi limiti, il tuo corpo e la tua fatica. Sei tu che superi te stesso e diventi tanto forte da non dover aver paura più dei tuoi pensieri. Bellissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...