Odio l’altalena

 

Odio l’altalena. No, non per i bambini che ci vanno sopra, non per il ricordo di qualche botta vigliacca. Proprio l’altalena! Odio l’altalena.

Odio l’altalena perché si crede libera quando schizza in avanti come de dovesse arrivare chissà dove, ma torna subito indietro. Non lo ammette ma è incatenata. Io la odio l’altalena per il brivido finto che ti dà, quell’illusione di poter planare, volare all’infinito. Odio l’altalena perché per un attimo ti tiene sospesa, gli anelli molli, senza peso. Ma è un attimo appunto, poi precipiti a compasso, risucchiato verso terra.

Odio l’altalena perché cigola promettendo di salpare e invece resta lì. Odio l’altalena perché va, viene, va, viene, non si decide e intanto è ferma.

Advertisements

18 comments

  1. Può anche essere un trampolino di lancio, come al solito non dipende tutto da lei. (io adoro le altalene, le annovero tra i mezzi di trasporto su cui più amo viaggiare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...