Persino il cane

canebimbo

I miei figli non hanno fobie. In questo ci prendiamo i nostri meriti. Abbiamo sempre cercato di passare l’idea che tutto va affrontato serenamente. Soprattutto le cose che non conosciamo. Gli insetti, per esempio, non sono degli esseri schifosi, ripugnanti, minacciosi, odddiocheschiiiiifo. Sono dei piccoli esseri viventi che possono essere avvicinati e presi in mano. Rivelandosi molto spesso interessanti.
Lo stesso per gli anfibi, per i rettili con le zampe, gli uccelli.
Una cosa però l’ho sbagliata in pieno. Ho instillato nei miei figli la paura dei cani.

Crescendo in città per me i cani sono quelli che minavano il percorso tra la casa e la scuola. E uno distratto come me è un pestatore recidivo.
Poi ci sono i cani da caccia di mio zio che (appena liberati) saltavano come se fossimo vecchi amici e mi riempivano di linguate e di unghiate. Il sollievo era quando venivano presi e rimessi alla catena.

Quando ho cominciato a portare fuori i miei figli col passeggino spesso io gioco di fare lo slalom (Luca ci teneva tanto a una guida sportiva!) diventava una necessità.
Con la crescita dei figli è cresciuta anche una sottile apprensione per i loro rischi. Quindi sono nati i “Non toccare quel cane, non ti conosce”.
Pericolo evitato.

Ma adesso mi sono accorto che hanno paura dei cani. Non è questo che volevo. Devo trovare il modo di farli riavvicinare. Il cane non è un nemico davanti al quale fuggire. Il cane può essere amico. Persino un amico loro. Persino (respiro profondo) un amico mio. Capisci cosa sto dicendo? Amico! Il cane! Persino il cane!

(Per il padrone del cane ne riparliamo dopo che tutti i marciapiedi sono puliti)

Annunci

15 comments

      1. Prendersi i meriti perché i figli non hanno fobie mi sembra un po’ tantino eh. Se i figli stanno bene, genitori bravi ma il grosso lo fa il fattore C, ascolta me. Keep calm e non è tutto sotto il tuo controllo!

  1. mio padre fu un maestro nel toglierci la paura del cane: 1) Mai fare gesti bruschi, specie sulla testa dei cani, anzi MAI accarezzargli per prima la testa è un segno di prevaricazione e di dominio… non è il caso. Meglio una grattatina al sottogola.
    2) i cani percepiscono l’emissione dei nostri ormoni, se abbiamo paura l’annusano e si comportano con diffidenza, mostrando i denti, se siamo calmi saranno anche loro calmi e sanno che non possono fare i gradassi con noi.
    3) mai mostrare loro i denti o fissarli per troppo tempo negli occhi : è un segno di sfida…
    4) SOLO Se attaccano anche il cane più grande può essere fermato, basta prendergli con decisione la mandibola inferiore, questo “paralizza” il cane, che si muove con cautela e terrore per non slogarsi la mandibola e non riesce neanche a mordere! ma questo può far loro molto male, quindi bisogna fare attenzione e farlo con cautela! usarlo solo in caso di pericolo.

  2. Hai amici che hanno un cane? Magari uno di quei ciccioni che paiono enormi ma son buoni come il pane? Organizza un incontro, i bambini ci metton poco a lasciarsi andare (meno degli adulti). :)
    Anche i miei avevano lo stesso approccio verso gli animali con noi, tanto che una volta terrorizzai tutte le amiche di mia mamma perché portai in mezzo a loro, come fosse una cosa meravigliosa, un rospino che avevo trovato, non ti sto a dire che salti e che strilli! :D
    Tolto l’intermezzo autobiografico, in generale usare prudenza coi cani è necessario. :)

  3. Anch’io sto risolvendo con amici che hanno cani. Ci vuole qualche tempo, un po’ di adattamento ma poi funziona. Tra di loro se la fanno e se la dicono molto meglio che con l’intervento di mediatori adulti. E’ un passaggio di rispetto e tolleranza: viene qui mi scodinzola, mi lecca, mi salta addosso e io non voglio, abbaia per esprimersi e io mi spavento, ma piano piano capisco il suo linguaggio e mi avvicino. Fidati.

  4. Hum…
    Da polifobico doc sto seriamente prendendo in considerazione l’idea di citare per danni tutto il parentado.
    Se la cosa riesce facciamo a mezzi, visto che è stato questo post a ispirarmi. ^_*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...