Voi siete qui

voi siete ancora quiArrivo davanti alla cartina e cerco l’indicazione. Vediamo prima di capire dove sono. Cerco riferimenti, le piazze più grandi le vie riconoscibili. Ecco sono qui.
Mi accorgo con un sorriso che la municipalizzata che ha appeso questa cartina dietro al plexiglas ha avuto la lungimiranza di metterci un piccolo adesivo colorato. Un cerchio rosso con la base appuntita. Una scritta chiara: voi siete qui.
Mi distraggo dalla mia destinazione. Penso a quanto questa frase sia ridicola, astraendola dal contesto.
Voi siete qui. Certo, dove potrei essere?
Il problema è che sento tutto il peso di questo istante fotografato. Statico, sì, ma non solo nel qui di questo momento. Statico sempre, irrimediabilmente.
Penso al piccolo adesivo rosso e a cosa penserebbe se potesse farlo. In mezzo a vie, passaggi, flussi. Lui invece indicatore di posizione che più fermo non si può.
Voi siete qui, rassegnatevi. Voi siete qui, proprio qui, solo qui. Voi siete ancora qui, non siete in nessun altro posto.
Ripiego frettolosamente questi pensieri come un giornale quando arriva il tram. Ma resta un alone di insoddisfazione.
Arriva l’autobus. Si aprono le porte e salgo.
Io (comunque) resto qui.

Advertisements

17 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...