Storia bonsai

bonsaiPoi quel giorno è arrivato in ufficio con una scatola. Con l’aria di un bambino ansioso per aprire la scatola del nuovo giocattolo. Aprendolo ci spiegava che contiene un seme di bonsai. Che bastava annaffiarlo e sarebbe nato un bonsai.
Il collega presuntuoso, quando non millanta conoscenze altolocate, in fondo è simpatico. Con quel suo entusiasmo fuori luogo e coi suoi discorsi infondati.
Non sono valse a molto le nostre domande “Ma i bonsai non vengono da pazienti lavori di potatura, di rami e radici?”
“Ma sei sicuro che basta innaffiare e cresce un bonsai? Così: senza sforzo…”
Niente: gli imbecilli eravamo noi.
Quindi per due o tre mesi un po’ di acqua della bottiglia di plastica presa ai distributori automatici finiva in questo piccolo vaso blu. Inumidiva quel misto di terriccio e corteccia, ma niente.
Ad ogni annaffiatura l’unica cosa che germogliava erano le nostre derisioni.
Piano piano anche il collega presuntuoso si è arreso e ha ridotto l’enfasi dei suoi “Voi, come al solito, parlate e non capite un cazzo”.
È stato allora che mi è venuto in mente che io, in fondo sono caritatevole. E che io, quando piantavo le lenticchie nella vaschetta col cotone, quelle nascevano per davvero.
Ho portato qualche decina di lenticchie e le ho sotterrate. Ho lasciato che l’esperto di bonsai versasse altra acqua e ho aspettato. Godendomi il suo successo fatto di “Visto, che avevo ragione io?”

28 comments

    1. no, macchè buono, ti pare buono uno che pianta minimo minimo cinquantaquattro semi in una vaschetta in cui doveva essercene UNO? adesso quel poretto oltre che vessato dalle derisioni di inettitudine al pollice verde lo sarà pure da quelle di credulità spinta.

  1. Mia sorella piú piccola ha piantato una quercia. Ci credi? É cresciuta! La magia dell’acqua e del sole, amici. Io, idem, la prendevo in giro. Ma. Aveva ragione lei. Adesso sto zitta mentre quel mostro d’albero ci cresce in salotto.

  2. Simone, non ti credevo un taroccatore di bonsai :-)
    Tra il resto questa cosa delle lenticchie che nascono così facimente non la sapevo.
    Ora ci provo pure io, poi dico che è un bonsai, ovvio.

      1. sicurissima! anzi sto pensando di rubarti l’idea per i semi di piante grasse che ho seminato quasi un anno fa e che non hanno mai dati segni di vita :)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...