In momenti come questo

nostalgia parallelaE’ proprio in momenti come questo che avrei voglia di riassaggiare quella intimità. Quella di quando discutevamo fitti fitti. Perdendoci in pensieri identici e paralleli. Di quando raccontandoci vicendevolmente non facevamo altro che cercare di capirci qualcosa. Non era un tentativo di avvicinarci, no non era quello. Era una disperata esigenza di capire dove stessimo andando. Ognuno di noi due. Consapevoli della predestinazione di una scelta geometrica che richiede che le parallele, per quanto vicine, non si incontrano mai. Tranne all’infinito: ma quella parola ci faceva ridere sarcastici. Quella parola che non ci riusciva di declinare in nessuna delle sue tante, finite, connotazioni.
Ma avremmo il coraggio, adesso di avere la stessa onestà verso il nostro presente? O non cercheremmo di ricreare l’alchimia di quel tempo. Versando dagli alambicchi liquidi già svaporati.
Magari rischieremmo di smitizzare la distanza in una battuta di troppo.
Allora ti sorrido in silenzio, da lontano. Con una nuova serenità. So che questo sorriso senza rimpianti e con poche nostalgie ti può arrivare anche senza digitare numeri o chiocciole.
Come a volte mi arrivano i tuoi.

Annunci

6 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...