La delusione

La delusione è un corrimano sottile. Un cavo di metallo messo lì, ma troppo sottile per reggerti senza tagliarti. delusione
La delusione è un filo di aria sulla schiena sudata di febbre.
La delusione è mani tinte di mosto scuro. E ci vorrebbe tempo, tanto tempo, a vederle tornare del colorito giusto. Ma c’è da pigiare, da spostare altre graspe, da pulire tini e torchi. E ogni volta si ricomincia.
La delusione è un marchio che porti in faccia e che compromette il successo delle sfide future.
La delusione è un gorgo lento che gira sempre nello stesso verso.
La delusione è un consuntivo di un futuro che eri sicuro di meritarti, e adesso guardati lì, come ti sei accontentato. E fai fatica a non trovare scuse troppo comodamente razionali per chi ce l’ha fatta.
La delusione è brutta da raccontare, somigliando troppo alla voglia di rivalsa di chi non saperdere. Non ha niente di romanzesco, la delusione, niente di affascinante.
La delusione è una melassa che ti si attacca addosso e cambia la tua silohuette. Diventa parte di te. E non sei credibile se ti dimeni per staccartela di dosso.
La delusione è gemma di cipolla nel paniere. Cresce piano, consapevole che nessuno le presta attenzione.
La delusione va affrontata subito, con forza. Occorre un salto, un grido, uno slancio. Altrimenti questa delusione ti mangia.

Advertisements

20 comments

  1. E’ perfetta la descrizione. Crederci, dopo, sembra impossbile come respirare sott’acqua, perchè ti toglie fiato, ti toglie quasi tutto. Devi per forza ricominciare con quel “quasi” che ti rimane… e non è scontato, non è facile, per niente. E’ come far rinascere un pesce che è rimasto per troppo tempo fuori dall’acqua; si dimena ancora, e ancora, ma con sempre minor convinzione, finché non ce la fa più. E fine.

  2. Ci vuole vita per scrivere queste frasi. Tanta vita. E averla guardata bene negli occhi. Hai coraggio. Mi sa che quel salto l’hai fatto.
    Bel pezzo. Bello, molto bello. :-)

  3. La prima cosa che ho imparato e’ che va rifatto il quadro
    se c’e’ una teoria va rivista
    e più che l’occasione a fare l’uomo ladro
    e’ l’ambizione a farlo opportunista
    ed ogni volta che ho gridato fino a finire il fiato
    pianto quasi fino a non vedere
    ho capito che si cresce con le delusioni
    e non c’e’ tanto in più da sapere

    Questo dice Ghemon in un suo famoso rap. Io me lo canto dentro ogni volta che mi sento spezzare. Ma nel testo c’è molto di più di questo. Devo risentirmela più spesso, mi sa.
    Ciao, e tutte quelle cose che tu sai che io sto provando in questo momento.

  4. Per me le delusioni sono state anche un’opportunità, il momento in cui la vita, la verità mi si parava davanti senza fronzoli e senza maschere.Se avessi distolto lo sguardo e fossi tornata ad illudermi sarei affogata in quella melassa che dici tu, guardando bene in faccia la mia delusione ho patito ma sono anche cambiata e cambio ancora. Bel post. Un abbraccio.

      1. Non servono (per forza) e se ne farebbe volentieri a meno ma se ci sono l’unica è affrontarle. A parole sembra facile, nei fatti in qualche caso è come farsi l’appendicite da soli e senza anestesia (semicit ché se la indovini vinci una birra). Per quel che vale ti sono vicina. :)

  5. Io sembra che ne viva… sono la mia terra che dissodo e su cui pianto ogni volta un albero diverso (una volta seccato irrimediabilmente), in cui semino qualcosa e già so che avrà vita difficile, perché alcune zolle per quanto le curi e le sostenti con metodi ecologici e non invasivi non tengono, si mangiano tutto il lavoro e le speranze. Ma tant’è… sarebbe logico e opportuno andar via e tentare altrove (ché non so cosa siano le radici) e invece rimango caparbia e ostile, proprio come lei, la mia terra. *

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...