Un argine

argineC’era una bicicletta da uomo. Una Bianchi che si forava con niente. Le mountain-bike non avevano ancora dilagato.
C’era un argine del Po, a tratti asfaltato. Unico rilievo di una montagna piatta. Per tenere diviso quello che deve stare di qua da quello che deve stare di là.
C’erano i miei venti anni e una nuvola di progetti confusi e tutti da sviluppare. C’era paura di tutto e voglia di innamorarsi.
Poi c’era una ragazza coi capelli rossi e ricci, in fondo alla strada in equilibrio sull’argine del Po.
E qualche volta la Bianchi mi ha portato fino da lei. Per chiacchierare di niente e sorridere di tutto.
Poi c’erano anche le feste della fine dell’anno. Quelle in cui non sapevo mai cosa mettermi. E mi sentivo a disagio in mezzo a tutti quei festoni inumiditi dalla nebbia.

Adesso, a rivederlo da qui, fissando il niente ad occhi aperti, sembra tutto speciale.
Adesso mi sembrerebbe inaccettabile fare dieci chilometri di pedalata e arrivare tutto sudato. Che se non ci fossero state le polo a righine orizzontali di allora, sarebbe una scena ancora peggiore. Perché il sudore, nei ricordi sparisce.
Adesso mi sembrerebbe inutile chiacchierare e sorridere così, senza ragione. Mi sembrerebbero impensabili le cabine del telefono e le tessere telefoniche.
Adesso lo so cosa mi metterei all’ultimo dell’anno. Magari un pigiama e un sorriso. Ma non è detto che sia libero di farlo.

Sorrido. Spero che stia bene.
Torno a quello che stavo facendo.

Advertisements

20 comments

  1. Fantastico! La ragazzina mantovana dai capelli rossi e Charlie Brown in bici anziché su un campo da baseball! Dai pea-nuts ai pada-nuts :-P

  2. L’argine è una fonte di ricordi e di filosofia di vita… una salita da superare … ai tuoi vent’anni corrispondevano i miei 15 anni e da li a poco ci sarebbe stata la mountain-bike e il “giro dei 3 laghi” … ricordi di estate che lasciano ancora un sorriso al pensiero… e il pigiama lo metterei anche io all’ultimo dell’anno ;o)

  3. “Adesso mi sembrerebbe inutile chiacchierare e sorridere così, senza ragione”.
    Mica tutto deve avere un’utilità, una ragione. Ce ne sono di misteri nella vita! Quoto invece il sorriso e il pigiama party

  4. Oh sì, il sudore nei ricordi sparisce. O diventa nostalgico, quasi poetico. Che quando sei lì invece, con la maglietta inzuppata e l’ascella che grida vendetta, di poesia ce n’è ben poca. Come i vent’anni, che sono una meraviglia quando ne hai quaranta.
    Ti auguro di aver iniziato l’anno con il pigiama giusto. ;-)
    A me la Befana ha finalmente portato l’ “About Me” promesso… se ti va, ti aspetto di là.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...