Sì, ma cosa mi invento?

Oggi è il compleanno di Francesca. No, dico: oggi è il compleanno di Francesca.
E io non ho pensato a nessun regalo. No, non è vero che non ci abbia pensato. Il fatto è che tutti i regali finiscono per essere una delusione.

Borse coi manici troppo lunghi, o troppo capienti, o troppo poco capienti. E’ vero: non ricordo l’ultima volta che le ho regalato una borsa, ma non fermiamoci alle parole.

Le vorrei regalare un viaggio. Ma coi bambini poi diventa sempre una fatica. Organizzare, gestire, sudare, imbastire. Sì, nel senso di basto. Di soma. Poi se li portiamo è faticoso, ma quando li lasciamo a casa siamo sempre in pensiero e ci viene da chiamarli in continuazione. Proprio loro che non vogliono parlarci, nel telefono. Sì, lo so. A casa non li abbiamo mai lasciati, ma non fermiamoci alle parole.

Oppure potrei regalarle un gioiello. Un qualcosa che luccichi tanto. Una di quelle cose che ti fanno mancare il fiato per un attimo. Alle sue amiche quando lo mostra orgogliosa. A me quando passo la carta di credito. Ma lei ha sempre dato la giusta importanza alle cose e tutte le volte che le ho regalato una pietra preziosa, poi è finita in un cassetto. Nell’imbottitura di velluto scuro di una scatolina di plastica. D’accordo: un vero gioiello non gliel’ho mai regalato, ma non fermiamoci alle parole.

Oppure potrei scriverle una lettera. Una di quelle lettere che ci scrivevamo quando eravamo fidanzati e avevamo più tempo per pensare e meno cose da far quadrare a fine giornata. Ecco: una di quelle lettere che sanno coniugare al futuro anche le storie passate. Uno di quelle cose scritte con l’ironia di chi si vede benissimo che quando le scrive stava sorridendo. Una di quelle lettere dove non si progetta di fare sport estremi a venti anni. Piuttosto si sogna di essere ancora insieme a novant’anni. Una di quelle lettere, ma non fermiamoci alle parole.

Advertisements

22 comments

  1. Qualunque regalo che tu faccia sarà sempre ben accetto… basta che venga dal cuore… forse basterebbere solo due parole, ma non fermiamoci alle parole

  2. Non so cosa le avrai regalato, a quest’ora. I regali sono sempre difficili, soprattutto quando le cose belle e importanti già si hanno (ogni riferimento a te e ai vostri figli è puramente voluto) :)

  3. In due occasioni ho ricevuto due regali che mi hanno lasciato senza fiato. Una piccola raccolta di poesie, bellissime, non le solite poesie imbarazzanti che si ricevono dagli innamorati, scritte per me e pubblicate in un’edizione numerata senza costi eccessivi.
    La traduzione di un racconto di una scrittrice straniera da me molto amata che non era ancora stato tradotto in italiano. Magari per il prossimo compleanno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...