Si riparano scarpe

riparazione delle scarpe di un bimboMi sono chinato con Federico e ho preso tutti gli strumenti. Gli stessi che anni prima prendeva mio padre e quello chinato con gli occhi aperti ero io. (Mi sembra davvero strano dover ammettere che stavolta il grande sono io). Ma non mi distraggo e andiamo avanti.

Abbiamo tutto. Scarpa da aggiustare, carta di giornale, nastro di carta e colla.
Colla è certo un termine troppo vago per una équipe di specialisti che sta affrontando una delicatissima operazione a tomaia aperta. Ma serve per farci intendere dal grande pubblico.
Luca, che ha due anni scarsi più di Federico, gli passa le scarpe, quando non gli stanno più. Federico le mette volentieri perché sono “le scarpe dei grandi”. Finché dura questa interpretazione facciamo volentieri qualche economia.
Solo che, questo meccanismo perfetto, è intralciato dal fatto che Luca le “apre” in punta. Forse un passo sbagliato di quando calcia il pallone. O forse mette troppa foga nella corsa e nel tuffo finale. A cinque anni e mezzo non puoi permetterti il lusso di arrivare secondo. No di certo!
Ma io e Federico adesso siamo chinati sulla scarpa. Lui mi passa la carta e io didascalico: “Guarda: facciamo una pallina di carta e la ficchiamo dentro la scarpa. Così tiene la forma”. Mi passa il Bostik-adesivo superchiaro. Che ha lo stesso odore di solvente e di sogni di quando l’assitente-primario ero io. Due punti di colla. Chiudiamo. Suturiamo con un nastro di carta per permettere alla colla di cicatrizzare nella giusta posizione.
Certo i tre anni e mezzo di Federico non gli permettono di aspettare che la colla si asciughi. Lo vedo che è una fatica immane. Ma disciplinatamente aspetta.

Quando poi il lavoro è fatto e dobbiamo guardare il risultato, lo faccio fare a lui.  E lui è così fiero di raccontare ai suoi fratelli tutto il procedimento. Come se svelasse una ricetta segreta. Tramandata di padre in figlio. I fratelli maggiori non alzano neanche gli occhi dal cartone che stanno guardando, ma non importa.
Il valore di quella scarpa per me è così grande, che nessun cartellino del prezzo è in grado di esprimere.

Advertisements

13 comments

  1. Ti ci voglio vedere con una femmina a riparargliele col Bostik. La mia vuole che gliele ripari la mamma, che le scarpe da femmina le riparano le femmine. Anche questa sa essere una bella soddisfazione se nel momento in cui urge la riparazione sei impegnato a scrivere un post.

  2. Che meraviglia!
    Quando capita di fare qualche lavoretto con mio figlio, guardo sempre la sua espressione assorta e mi si scalda il cuore. Penso che sono fortunatissimo a poter godere di momenti così intensi e immagino mio figlio, grande, fare la stessa cosa con i suoi figli, e provare le stesse emozioni.
    Magari sbaglio, ma penso che queste cose contribuiscano a creare l’idea di “famiglia” solida e accogliente.

    E accidenti a me che non riesco a esprimermi come vorrei!

  3. L’odere di solvente… quanti ricordi dell’infanzia in cui si riparavano le cose… soprattutto le scarpe che facevano una vita lunghissima (dalla città alla campagna) … oggi ancora lo uso per riparare ed è come se lo facessi da tempo immemore

    Chicco cresce alla grande e presto sarà un ometto di tutto rispetto con mille “ricette segrete” imparate e raccontate

  4. Che bello trovare un genitore che riesca a riunire bambini piccoli in un’attività non certo moderna e per questo unica…meglio che lasciarli davanti alla tv o al pc tutto il giorno! Complimenti!

  5. “Todo sirve, todo se recupera” .Campeggiava a caratteri cubitali sul Malecòn dell’Avana. Io che mi affeziono terribilmente alle mie scarpe ( e non solo), ci credo fermamente. Credo che lo apprezzerà anche tuo figlio, finché questo sarà per lui un gioco di complicità e di affetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...