Tutto si tiene

Discutendo su un social network della situazione italiana, una brillante amica ha usato la sua sintesi da scrittrice dicendo che in questo paese “tutto si tiene”.

Mi sembra che in quelle tre parole, quasi regionali, quasi sibilline ci sia tutto. Davvero tutto. Una chiave di lettura universale. Un canovaccio trasversale ed eloquente.

Tutto si tiene. Si tiene insieme. Consigli di Amministrazione con grovigli di amministratori in palese conflitto di interessi. Multipli, incrociati, carpiati, avvitati.

Tutto si tiene. Il Premier Apulone finge di liberarsi di giornali (prestandoli al fratello poco furbo), si tiene il Milan (facendoci giocare il servo poco cappellone), si tiene la Mondadori (regalando la poltrona reale alla primogenita molto simpatica), si tiene la villa di Arcore (poco male).

Tutto si tiene. Si tiene assieme un consenso giocando su tutti i tavoli. Vendendo un sorriso a 32pollici e 64 denti. E viceversa. Tenendo assieme le vecchine di retequattro con gli operai milanisti con i ragazzotti che pensano che sia sensato che un TG abbia le tette con  le casalinghe urlanti di mariadefilippi. Tenendo i clienti della “banca con la serpe” e i clienti dei femilibencher…
Tutto si tiene. Del corpo del premier. Come un Santo padovano. Con rughe tirate, capelli iniettati e melanina eccedente. Senza voler entrare nelle discussioni underwear.
Tutto si tiene. Perché in fondo le nostre radici sono contadine. Tutto si tiene. Come del maiale. Di cui, si sa, non si butta via nulla.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...